Mese: giugno 2016

Giugno.

Ho un sorriso all’angolo della bocca,

rosso di giugno, profumato d’estate.

 “Sei arrivato tardi, troppo tardi…”

Giugno si è arreso ai capricci del sole,

danzano le rondini

foto, Soraya Battistioli

raccontano di nuove piogge 

e sognano nuovi viaggi.

@ziaMafy.

Annunci

Bianco e nero.

Camminavi al mio fianco
sfiorandomi appena
” Il buio il buio, dov’è il buio?”
mi accompagnavi
sicuro verso la sera
“…volevo la notte per indovinarti la pelle
e stelle in cielo per ingannarti gli occhi…”
Potessi regalarti ancora
stelle per ingannarmi
e notti di parole.
Pelle da accarezzare e pentimenti
…invece di terra fredda,
il caldo rifugio dell’amore.

@ziaMafy

 

bianco-e-nero-
foto di Ornella Erminio.

Luce sei.

Mi pensi ti sento.

Il tuo pensarmi

mi rende inquieta,

eccita i sensi

fa irrequiete le mani.

Vorrei fossi per me, vita.

Luce che mi guida

in posti nascosti

del mio cuore,

che ancora non conosco.

Vorrei, invece, che per te stesso 

splendessi consapevolmente 

e non fossi il riflesso di echi lontani.

Ma i miei sono solo deliri notturni

Il tuo pensarmi interferenze

…e luce sei per altri amori.

foto personale
@ziaMafy

Un bicchiere di vino.

Mentre ti osservo
sorridere
parlare di te
lontana dalle paure
aprire con dolcezza
il tuo cuore
a perfetti sconosciuti
con la tenera
incoscienza
di chi sa
che non lo deve fare.

Un bicchiere di vino.

Altro che l’amore
che niente perdona
bagna gli occhi
e nel timore
tutto tace
chiudendo con fermezza
il tuo cuore
a perfetti conosciuti
con la severa
lucidità
di chi sa
che lo deve fare.

Andrea Londra.

 

4-black-and-white-photography-by-stephen-clough.preview

 

Mille…

Mille notti ho sognato di te

e mille volte ho odiato l’alba,

che mi strappava ai sogni.

“Mia sorella, amica,

che mi abbracci con la dolcezza del mare

e nei tumulti dell’anima porti pace,

potrai mai perdonare il mio fragile amore?”

Aspetto il mio tempo 

senza guardare al cielo.

Mi fanno compagnia le onde,

l’unica voce che riconosco.

“…ma resto fedele al tuo ricordo,

più di quanto lo sia mai stata a te.”

@ziaMafy