Vanità.

Ascolto il rumore della pioggia

….lavoro.

Non cedo alla tentazione di guardare alla finestra.

Così dev’essere. 

Suturo strappi, distendo pieghe, ho mani pazienti.

Mi fanno compagnia i rumori della strada

foto personale.

…aspetto.

-Muro di nera pioggia cittadina

è così che vorrei averti.

Baci di bocche affamate

sprazzi d’azzurro e sole bagnato.-

Gesti calmi misurati e inquietudine, che non lascio mai trasparire, 

rimango immobile ad osservare la vita.

I ricordi, come questa pioggia impietosa, corrono lungo la schiena.

Cedere alla tentazione di mostrarsi, vanità delle vanità, raccontare di se.

@ziaMafy

Annunci

6 pensieri su “Vanità.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...