Mese: ottobre 2016

Novembre.

Novembre è un viaggio da sognare sola.

Lontano anche da chi ti ama.

Ti ho amato perché mi amavi.

Ma il tuo amore è diventato presto una prigione.

Io ho bisogno di strada, di camminare,

di guardare i treni seduta sulla panchina di questa stazione.

-Guardo i treni fermarsi e ripartire,

non devo immaginare niente,

il mio viaggio è solo mio

e porta in un nessun luogo,

lontano dalla mia distrazione

e dalle certezze del mondo-

Nebbia che sale a nascondere cose, case e me.

Nascosta così al mondo,

mi lascio, finalmente, cadere giù.

Un salto

Poi risalgo

Come se ci fosse bisogno di ricordare

come se i ricordi non fossero già qui con me.

@ziaMafy

Torre del Greco: la campagna antiviolenza che rafforza stereotipi sessisti — Al di là del Buco

Lei scrive: “Buongiorno, volevo segnalarvi la campagna anti-violenza sulle donne del comune di Torre del Greco. Siamo messi peggio che al ministero della sanità (si riferisce alla campagna sul piano di fertilità ndb) quanto a insulto alle donne. I link sono al profilo del vicesindaco e assessore alle pari opportunità. Grazie.“

via Torre del Greco: la campagna antiviolenza che rafforza stereotipi sessisti — Al di là del Buco

Di autobus e vecchie signore.

 Quel preciso momento in cui sali sull’autobus stracarico, un giovanotto ti fissa e dice “Signora si sieda, prego”…ecco, in quel preciso momento, prendi coscienza di essere ‘una signora’ e un po’ ci rimani male, ti viene da pensare “Aho mica so’ tu’ nonna…” lo pensi, ma solo dopo esserti seduta…ché la vanità avrà pure il suo perché, ma barattarla con un ora di viaggio da fare in piedi…non scherziamo, puoi chiamarmi nonna quando vuoi!

@ziaMafy è… forever young, per dire.

Domenica

Domenica è un gatto pigro
occhi socchiusi e un lieve ronfare
al sole.      
Un reggiseno strappato 
e la vita custodita in un ricordo.
Ho chiuso tutti i cassetti
i sogni è da un po’ che sono volati via.
Pensieri sparsi in giro
boccette di profumo e rossetti aperti
fanno di me una signora?
Odio la domenica mattina
senza te.

@ziaMafy

 

gattolori1

Ottobre.

 Non accadrà mai, pensò…

e mentre lo pensava, avvenne.

Riempiti il bicchiere

Ottobre

siedi vicino a me e ripensami,

com’è giusto che sia,

conta sulle dita della mano la tua età e i miei anni.

Sembra così vicino l’inverno,

come l’estate ieri.

Avremmo bisogno, forse, anche di un fuoco acceso,

per bruciare tutte le possibilità.

Se sposti leggermente la testa puoi guardare la mia metà sorridente

o più lontano guardare come si sposano i colori

là, tra le montagne e le nuvole basse.

Ma non guardare me,

potresti vedermi

e quando te ne andrai lasciarmi in dono le tue perplessità.

 

@ziaMafy

 

dscn4953
Foto, Soraya Battistioli.

Pensiero, dove hai le radici?*

Attecchisci in profondità,

là dove nascosti desideri riposano.

Lentamente sali, cresci e invadi spazi,

germogliando.

Fuori tempo.

Fuori luogo.

Fuori me.

Il mio cuore ti ama,

non io.

La mia anima si contorce e smania per te,

non io.

La mia solitudine è piena di te.

È la mia schiena che si inarca al tuo tocco

mentre io rimango immobile a chiedermi cos’è,

cos’è questo lento scorrere di vita,

questo desiderio di trasformare ogni attimo in eternità.

La mente in subbuglio cerca ragioni

ma trova solo pensieri sparsi senza radici.

@ziaMafy

*la frase è di Alda Merini.

photo, Alessandra Lanzafame.

Il mio compleblog…

Un anno fa ho creato questo blog e l’ho fatto come faccio tutto nella vita, così di pancia… senza riflettere. senza pensare.

Non sapevo niente di blog, né di tags (chiedo scusa ai blogger che mi hanno taggata e ai quali non ho mai risposto, ecco mi sento a disagio, non so mai cosa fare, rimango immobile e aspetto e aspetto e aspetto. Cosa non si sa, lascio che le ‘cose’ accadano, fondamentalmente sono timida o forse solo accidiosa o…come sempre mi lascio prendere la mano e dimentico cosa volevo dire o fare, come in questo caso…)

…ecco dicevo, non sapevo nulla di blog e non è che adesso le cose siano migliorate,eh!

Però una cosa la devo dire, mi piace stare qui. Mi piace avere la possibilità di scrivere quello che sento, sgravarmi dei pensieri che si ammassano disordinati nella testa…è il mio modo di dare una parvenza di ordine alla vita.

E mi piace leggere tra i blog, scoprire che pensieri, disagi e sentimenti ci accomunano e poi…poi solo grazie, a chi senza sapere nulla di me mi ha comunque riconosciuta.

Grazie.

@ziaMafy