Categoria: Alfabeto.

Alfabeto.

A di…quanti amori.

Amore ancora acerbo, appena accennato.

Agognato, atteso, accolto e avverato.

Amore amaro, affannoso, allucinato.

Abbandonato.

Amore affamato che avvolge, appassiona,

avvampa e arruffa,fa arrossire e arrossare, avvince e appaga.

Amore che sa ascoltare, aspettare, accettare.

Amore amorale, ammalato, avvelenato.

Amore che agghiaccia, accoltella e abbietto ammazza.

Amore adulterino, che abbraccia e accade.

Amore accidentale e accidentato.

Amore che annichilisce e avviluppa l’anima.

Amore amato,amato amore.

Ah amore, se aduso ad amar, allora

ama.

Tautogramma in A

@ziaMafy.

Foto di Soraya Battistioli

Annunci

Enne di notturno

016
foto personale

Naufraghiamo nella notte,
nuotando tra nembi neri e nivee nuvole.
Negletti,nauseati, navigatori di niente.
Nascosti nella nebbia neghiamo la nostra noia,
negoziando la necessità di nuovi numerosi nemici.
La noiosa normalità non ci negherà il nostro nirvana.
Nottambuli narcisisti, la nostalgia sarà la nostra nemesi,
così nella notte nasceranno nuove narrazioni.
Mafy.

Effe filastrocca di fulmini.

Fianchi fusi a fianchi,fluide fosse formano fra fragili fiori.

Figure fantastiche filtrano fra fluttuanti fuochi fatui.

Fili di fumo formano fantasmi.

Fioriscono fulmini e folgorano ferine forme femminee.

Fuoco sfavillante e frastuono.

Frammenti di frasi filtrano fra fragore di ferro.

Sfogo di feroce furia e finalmente, finisce.

Mafy. 

foto reperita dal web

P. di poesia

11698691_908720482523787_219833639096928621_n

(immagine reperita dal web.)
Piangono i poeti e
piovono parole.

Pensami piccola,
dal peso dei pensieri
proteggimi.
Pensami perfida,
piegami al piacere o perdimi.
Pensami pudica,
proponimi il peccato e
il piacere paventami.
Pensami perduta,
pericoloso paravento
di passioni.
Pensami puttana,
palpitante peccatrice
per prosaico possesso.
Pensami pavida e
piano piano prendimi.

Pensami, prendimi e poi, pentiti.

Mafy.