Tag: #mesi

Dicembre 

Lentamente passa la notte

i pensieri rimangono incastrati

tra i tuoi occhi ed il giorno

così, dicembre scivola via.

Voglio che tu sappia

– se non del mio amore-

di quando ho lasciato al mio cuore

la possibilità di sognare

e confesso che, io figlia dell’inverno,

con inquietudine guardo

ai cieli troppo azzurri di dicembre.

Come la speranza

-troppo precipitosamente cala il buio

e un’ingannevole luna a rischiarare il cielo.-

lascia dietro di se, schiene curve e passi lenti,

così questi ultimi giorni dell’anno portano, faticosamente,

via la lusinga di un nuovo amore.

Io rimango ferma a guardare a nuovi giorni

sarà più difficile contarmi l’illusioni

più facile contarmi gli anni

più giusto contarmi i giorni.

@ziaMafy

Foto, Guy Cohen.
Annunci

Novembre.

Novembre è un viaggio da sognare sola.

Lontano anche da chi ti ama.

Ti ho amato perché mi amavi.

Ma il tuo amore è diventato presto una prigione.

Io ho bisogno di strada, di camminare,

di guardare i treni seduta sulla panchina di questa stazione.

-Guardo i treni fermarsi e ripartire,

non devo immaginare niente,

il mio viaggio è solo mio

e porta in un nessun luogo,

lontano dalla mia distrazione

e dalle certezze del mondo-

Nebbia che sale a nascondere cose, case e me.

Nascosta così al mondo,

mi lascio, finalmente, cadere giù.

Un salto

Poi risalgo

Come se ci fosse bisogno di ricordare

come se i ricordi non fossero già qui con me.

@ziaMafy

Ottobre.

 Non accadrà mai, pensò…

e mentre lo pensava, avvenne.

Riempiti il bicchiere

Ottobre

siedi vicino a me e ripensami,

com’è giusto che sia,

conta sulle dita della mano la tua età e i miei anni.

Sembra così vicino l’inverno,

come l’estate ieri.

Avremmo bisogno, forse, anche di un fuoco acceso,

per bruciare tutte le possibilità.

Se sposti leggermente la testa puoi guardare la mia metà sorridente

o più lontano guardare come si sposano i colori

là, tra le montagne e le nuvole basse.

Ma non guardare me,

potresti vedermi

e quando te ne andrai lasciarmi in dono le tue perplessità.

 

@ziaMafy

 

dscn4953
Foto, Soraya Battistioli.

Settembre

Amo la pioggia perché mi fa compagnia, calma i tumulti della mente, quieta le passioni.
Ma la pioggia di Settembre, no.
La pioggia di Settembre sa di passato e stupide canzoni, di addii e paradisi perduti…
L’aria profuma di pioggia.
Pioggia che racconta altre storie
-a goccia a goccia-
scioglie dubbi e nodi.
“Ti regalo un po’ della mia inquietudine
-come fossi estate-
come se la pioggia potesse bagnare le parole,
mettere radici ai pensieri, sopiti dal caldo, ma palpitanti di vita, di passione.”
E lentamente scivola via l’estate
cambia la luce, mutano i colori.
Stanca, spalle curve, porta il peso dei sogni perduti.
14212118_1146604402068726_4569217141688501039_n
foto by Stefano Trojano
Pesanti, lievi sogni, di stelle accese a ingannare gli occhi, di cieli caduti su mani che si sfiorano.
Lievi, pesanti sogni, portati via dalla pioggia.

@ziaMafy