Tag: #viaggio

Arcobaleno

Annunci

(E)migranti.

Porta in dono, alla Città Santa,
occhi bambini e mani adulte.
Porta i tuoi sogni da raccontare
e i tuoi figli da immolare.
Dentro i templi dei sogni mai nati,
chiedi misericordia per le tue figlie.
Le tue figlie, sangue nuovo ad ogni luna
per scaldare domani scaduti e ossa gelate.
Confessa lo spavento di ogni 'desiderata'
e sputa.
Sputa la tua rabbia e i tuoi sogni.

@ziaMafy

Foto personale

21 aprile

Ci sono giorni che hanno un significato solo quando è troppo tardi per tutto.
Quando non hai più nessuna possibilità.
Quando non hai più nessuno.
Quando neanche i ricordi bastano più.
E i rimpianti non servono.
E il dolore……Il dolore lo coltivi,lo vezzeggi,lo accarezzi piano per non svegliarlo.
Perché come un amante destato vuole e pretende, e arrendersi è dolce.
E lasciarlo andare sempre più difficile.
Mafy
12301462_397529763777308_757320324970505689_n

kalosf.wordpress.com/

Passaggio

apenas
foto di Sylvaine Vaucher

 

Quando quell’unica lacrima scivolò
tremante sul volto dolente,
quello fu il mio Venerdì Santo.
Il giorno in cui presi coscienza della morte.
Cercai risposte,
mi persi tra
poeti e filosofi,
teologi e umoristi,
tutti mi raccontarono la loro morte.
Ognuno di loro aveva ragione e
io non seppi nulla di nuovo.
Non ho niente da aggiungere.
Nessuna pretesa di aver capito la vita,
né tantomeno la morte.
Venerdì Santo.
Passaggio.
Nei momenti in cui il dolore non conosce compromessi
ho desiderato credere.
La speranza della resurrezione,
L’affascinante prospettiva di una possibilità.
Finalmente risposte.
Consolazione.
Venerdì Santo.
La fine di tutto.
Nei momenti più bui,quando la rabbia dell’abbandono era più forte ho desiderato non credere.
Per non cedere al bisogno, alla speranza.
Venerdì Santo.
Quell’unica lacrima.
Mafy.

 

Occhi.

Preferisco avere gli occhi aperti.
Anche quando non riesco a contarmi gli anni sulla punta delle dita e ho bisogno di te.
Preferisco avere gli occhi aperti.
Per godere di sciocche risate,
quando siamo solo un letto sfatto
e il tempo passato è forse un ombra.
Preferisco avere gli occhi aperti.
Sulle parole e il loro significato.
Anche quando rimango indietro,
nascosta tra le nebbie della paura.
I pugni chiusi,per non aver bisogno di niente e di nessuno.
Preferisco avere gli occhi aperti.
Spalancati sul presente
ché il passato non è più
e il futuro è di nuovo attesa.
Mafy.
Shoji-Ueda-il-Photobook-dell’anno-07
foto di Shoji Ueda

Sogno numero 3.

Sospesa in precario equilibrio,
in bilico tra fragili certezze e incerte convinzioni,
in punta di piedi per non lasciare tracce,

12243480_971513502911151_556308797352824353_n
Marc Chagall

non provocare ricordi.
Veglio sul mio tempo che non basta e
racconto la vita che non ho.
Canto l’amore,ma se c’è amore non è me che prenderà.
Sospesa in fragile equilibrio,
in silenzio aspetto che il sangue arrivi al cuore.
Mafy.

Tempo

Guardo fuori dal finestrino la pioggia.
Giochi di luci sull’asfalto bagnato.
La mente rincorre un pensiero,
Forse sto perdendo tempo.

Mi dico che no, non dimenticherai.
Poi lascio che tutto mi racconti di te
di come ridi
di come ami.
Sorrido e so,che sono io che non dimenticherò.

Mafy.

12592307_1008433079219193_5026337867496082499_n
foto personale.

Mi hai sognata stanotte

lo so

piovono dal cielo lacrime d’imperfetta bellezza…